Forgive Us

Aggiornamento: 21 dic 2021

Il canto di Papa Wojtyla


Per raccontare questo argomento della mia vita professionale chiedo in prestito le parole a Maurizio Badiani, importante Direttore Creativo e opinionista, che all'episodio ha dedicato un lungo articolo.


"Nella mia lunga carriera di Direttore Creativo mi è capitato di scoprire degli autentici talenti.Tra questi: Walter Fontana, scrittore e autore teatrale e cinematografico, Antonella Boralevi, oggi affermata scrittrice, Marcos Jorge, divenuto uno dei più osannati e innovativi registi brasiliani...

Al breve elenco sopra stilato manca un nome, quello di Andrea Mariotti: musicista, grafico, regista…(le qualifiche potrebbero continuare ancora per parecchie righe). Fiorentino, figlio di artisti, Andrea ha cominciato la sua carriera come oboista e compositore. Divenuto successivamente braccio destro di Franco Godi, “Mister Jingle”, il più famoso autore di jingle che il nostro paese abbia mai conosciuto, Mariotti si è appassionato presto alle nuove tecnologie che rendevano riprese e montaggi audio-video più facili e veloci. Un giorno Andrea ebbe un'idea originale: campionare la voce di papa Woityla – registrata durante le sue rare messe cantate – e di utilizzarla (senza contraffarla o alterarla in alcun modo!) per costruire una melodia originale. A quel brano ne aggiunse altri che vennero sottoposti dallo stesso Mariotti ad alti prelati dell’entourage del Santo Pontefice. L’apprezzamento fu unanime ed entusiasta. Il Giubileo non era lontano e quelle musiche – e quel disco – avrebbe potuto costituire una straordinaria opportunità per diffondere la fede e, al contempo, raccogliere fondi. “Bravissimo! A breve le faremo sapere” fu la risposta della commissione esaminatrice. Quell'”a breve” si trasformò presto in un lungo, interminabile silenzio. Le ore diventarono giorni, i giorni settimane e mesi. Quel silenzio assordante fece temere a Mariotti il peggio: cioé che i consiglieri del Pontefice stessero pensando di realizzare la “sua” idea ma…in proprio così da bypassare il nostro autore senza riconoscergli alcun diritto di primogenitura. Preso da un istinto quasi paterno di difendere la propria creatura, Mariotti prese la decisione di distribuire il suo disco. I giornali dell’epoca dettero la notizia con annunci a titoli cubitali. In un solo giorno furono venduti mille dischi. L’autore fu subito osannato dalla critica: “Emozionante” fu il commento di un quotidiano. Ma la soddisfazione per il successo durò giusto lo spazio di un mattino. Il disco venne sequestrato ovunque e il nostro autore si trovò presto impegnato in un braccio di ferro con il Vaticano. Facile indovinare chi tra due contendenti avrebbe vinto la contesa. Ciò che accadde "dopo" dimostrò che i timori di Andrea Mariotti erano assolutamente fondati.

Di lì a non molto infatti Radio Vaticana, in collaborazione con la Sony, (siamo nel 1999 cioè a ridosso del Giubileo del 2000) realizzò un CD dal titolo Abbà Pater comprendente 11 brani, composizioni sinfoniche originali, accompagnate dalla voce di Giovanni Paolo II, con omelie e preghiere tratte dalla Bibbia e dalla liturgia cattolica. Del disco furono vendute oltre 500.000 copie. Abbà Pater vinse due dischi d’oro e 5 d’argento. Ho ascoltato i brani di Abbà Pater e quelli di Andrea Mariotti. I suoi erano decisamente più belli".


Maurizio Badiani




#forgiveus #canzonedelpapa #wojtylasong #amdreamariotti #vaticanoprocesso #thepopesong





Il canto del Papa lo trovate qui utilizzato quale colonna sonora di un video da me realizzato con contributi video di repertorio.




Andrea Mariotti


98 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti